capodannomilano.club - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Milano e provincia

Info & Prenotazioni:

Scrivici info@capodannomilano.club

Storia e monumenti di Milano

La storia della citta' di Milano rivive ancora nei bellissimi monumenti

Data Pubblicazione:

Le tribù celtiche per prime si stabilirono lungo il fiume Po nel 7 ° secolo aC e l'area che comprende la moderna Milano è rimasta abitata fin da allora.

Nel 222 aC le legioni romane hanno marciato nel territorio sconfiggendo la tribù gallica degli Insubri e occupando la città, che chiamarono Mediolanum (che significa in mezzo alla pianura).

La posizione chiave di Mediolanum sulle rotte commerciali tra Roma e l'Europa nord-occidentale assicurò la continua prosperità di questo posto e fu qui, nel 313, che l'imperatore Costantino fece il suo editto epocale dando ai cristiani la libertà di culto. Entro la fine del 4 ° secolo, Roma era stata abbandonata dalla corte imperiale a favore di Mediolanum, che fu la capitale dell'impero occidentale fino al suo collasso. Dalla metà del 13 ° secolo la città passò ad una successione di dinastie (i Torriani, i Visconti e infine gli Sforza, che crearono il Castello Sforzesco come loro sede in città).

Nel XIV secolo iniziò la costruzione de il Duomo di Milano, che chiese oltre 5 secoli per essere finito. La cittò cadde sotto il dominio spagnolo nel 1535 e austriaco nel 1713. Napoleone decise di porre Milano a capo della Repubblica Cisalpina nel 1797, mentre cinque anni dopo fece parte della sua Repubblica italiana (stato preunitario italiano, dal 1802 al 1805), tornando all'Austria nel 1814.

Nel 1859 Milano divenne parte del Regno d'Italia. Tra i migliori monumenti di Milano che la storia di Milano ci ha lasciato, vediamo anche i Navigli di Milano, la Pinacoteca di Brera, il Cenacolo di Leonardo da Vinci e la Galleria Vittorio Emanuele II. Dopo la prima guerra mondiale Mussolini fondò il Partito Fascista nel 1919, mentre la seconda guerra mondiale fu l'epoca più buia della città, con i bombardamenti alleati che hanno distrutto gran parte del centro cittadino.

publisher
back to top